immagini-4

MASSAGGIO CLASSICO

Possiamo definire il Massaggio Classico (o base) uno dei massaggi più completi è importanti.
Questa tecnica massofisioterapica di origine occidentale è la più ricca di manualità (sfioramento, impastamento, vibrazione, percussione, frizione).
Usata con correttezza e professionalità diventa uno strumento completo di trattamento,
la sua azione opportunamente calibrata e indirizzata può essere usata sia in ambito estetico, terapeutico, e sportivo.
Possiamo definire questa tecnica un massaggio generale che esplica la sua azione su aree molto vaste: sistema cardiocircolatorio e linfatico, tessuto connettivo, apparato muscolare, sistema nervoso e osteoarticolare.
Questo tipo di massaggio rappresenta la chiave di volta di ogni alltro tipo di massaggio praticabile sul corpo e conferisce, solo esso, una competenza profonda al massaggiatore: partendo da esso si possono praticare, poi, tutti gli altri massaggi, esercitando uno spirito e una capacità di selezione e cernita.
Le sequenze della manualita applicate durante il trattamento, rispettano rigorosamente l’anatomia muscolare e la fisiologia del sistema circolatorio.
• effetto: rilassante
• effetto: riequilibrante sistema nervoso
• effetto: modelante e rassodante
• trattamento: cellulite, adipe, rughe, rilasciamento dei tessuti
• trattamento: contratture, reumatismi, miotonie, miotrofie, postumi operatori
• miglioramento funzioni circolatorie
• nello sport: preparazione, defaticante, traumi

MASSAGGIO ESTETICO

MASSAGGIO ESTETICO

Il massaggio estetico fa parte dei massaggi europei classici, ed i principi su cui si basa sono di conservare un buono stato di efficienza psico-fisico ed ovviare alla decadenza senile dei tessuti, per quanto possibile.In genere questo tipo di massaggio ha una durata di circa 30-40 minuti con un ritmo veloce su arti e schiena ed un ritmo più lento sull’addome. Le manualità fondamentali che lo compongono sono: sfioramento, frizione, impastamento, percussione, vibrazione.
Effetti
Favorisce la circolazione del sangue e della linfa, aiuta la mobilizzazioni dei tessuti aderenti, stimola l’eliminazione delle tossine e aumenta il tono muscolare.Ha l’obiettivo di eliminare gli inestetismi cutanei e sottocutanei e di rallentare l’invecchiamento della pelle. L’azione di questo tipo di massaggio riguarda quindi perlopiù la pelle, in particolare il derma e l’ipoderma, e viene normalmente combinato all’utilizzo di prodotti estetici (creme, oli ecc.) specifici.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/postura/tipi-massaggio-TIB2.html

LINFODRENAGGIO MANUALE

La linfa è forse il meno noto tra i liquidi del corpo umano e tuttavia circolando nell’organismo svolge tre ruoli vitali.
• è il sistema depurativo dell’ organismo
• è sede dell’attività immunitaria e quindi della capacità difensiva del corpo
• è sede della bellezza fisica

Questo è possibile perchè la linfa permette gli scambi di assimilazione e di eliminazione a livello cellulare.
Attraverso la linfa passano le sostanze nutritive che giungono alle cellule; in essa, poi si riversano le scorie metabolizzate.
Dopo essere stata gravata di sostanze di scarto viene filtrata dai linfonodi, e infine circa a livello delle spalle si immette nel flusso venoso.
Da questa breve descrizione è chiaro come una circolazione difficoltosa o un ristagno di linfa conducano a un difetto della nutrizione delle cellule e a una loro intossicazione per l’insufficiente ricambio metabolico.
Se il ristagno è acuto, i sintomi sono evidenti, poichè i tessuti si gonfiano e le ghiandole linfatiche aumentano di volume.
Se invece la stasi linfatica avviene lentamente o tende a essere cronica, i sintomi sono più subdoli: stanchezza, aspetto avvizzito e vecchio della pelle del viso e anche un vero e proprio invecchiamento precoce dei tessuti.
In particolare le articolazioni vanno incontro ad artrosi, le arterie si induriscono, i vasi venosi perdono funzionalità, i tessuti sottocutanei presentano inestetismi di ogni tipo tra cui il più diffuso e temuto dalle donne: la cellulite.
Se il ristagno è grave e duraturo possono insorgere malatie degenerative, allergiche e autoimmuni.
Al contrario, quando la formazione e lo scorrimento della linfa sono regolari, il corpo si mantiene sano giovane e bello.
La tecnica esecutiva richiede dolcezza e ritmi lenti.

Indicazioni:
• riduzione di edemi, gonfiori, cellulite
• stimolo immunitario e guarigione più rapida
• stimolo e rieducazione del microcircolo
• ringiovamento
• effetto tonico
• effetto rilassante
• acne
• ortopedia
• prevenzione e riabilitazione dello sport

MASSAGGIO BALINESE

Originario di Bali, il massaggio balinese è un cocktail di tecniche di massaggio differenti provenienti dall’Asia. Il massaggio balinese è un mix tra il massaggio indiano, indonesiano, cinese e le tecniche della medicina tradizionale ayurvedica.
Un insieme armonioso tra un massaggio energetico e un massaggio delicato, apparentemente piu’ “ leggero” perchè viene eseguito solo con palmi delle mani ed avambracci evitando quindi i polpastrelli, prediligendo manovre convoglianti a pressioni statiche, migliorerà la circolazione sanguigna e diminuirà le tensioni muscolari, donando un momento unico di relax e di benessere.
Il massaggio balinese lavora in profondità per lenire i tessuti danneggiati, alleviare le tensioni muscolari e diminuire i dolori articolari. L’aumento della circolazione sanguigna, contribuirà a ridurre lo stress e a riequilibrare l’organismo. Poiché agisce molto profondamente nei tessuti, oltre a incrementare la circolazione, sfruttando le tecniche di digitopressione e di riflessologia, il massaggio balinese è un trattamento altamente efficace per le lesioni sportive. Il massaggio balinese è indicato per molti disturbi, tra cui l’emicrania, i dolori muscolari e articolari, i disturbi del sonno, stress, ansia o depressione, così come per le allergie e i problemi respiratori come l’asma. L’uso di oli aromatici durante il massaggio, ha inoltre un effetto calmante e rilassante.
Il massaggio balinese è di solito eseguito su un morbido tappeto sul pavimento o su un lettino per massaggio. Può anche essere eseguito su di una sedia, se, per motivi di salute, ad esempio, questo è più comodo per il paziente. Gli oli essenziali costituiscono una parte importante in questo tipo di massaggio. L’olfatto è uno stimolante molto potente per l’attivazione della memoria e di altre associazioni inconsce.
L’uso di oli è molto terapeutico e stimola la circolazione del corpo e del sistema linfatico.
Il terapeuta utilizza una pressione abbastanza profonda durante il massaggio, a beneficio dei tessuti e per riparare i danni muscolari. Il terapeuta utilizzerà anche il massaggio a colpi lunghi e dolci e userà la tecnica del massaggio ad impasto, per alleviare la tensione e migliorare la circolazione nei muscoli più superficiali. Alla fine di un massaggio balinese, il terapeuta versa un po’ di olio di cocco o altro olio profumato sul corpo. Le sessioni durano circa un’ora.
Dopo il massaggio, ci si sentirà rilassati, rinfrescati, ri-energizzati.

MASSAGGIO SPORTIVO

Il massaggio sportivo è un tipo particolare di massaggio eseguito su specifiche regioni corporee al fine di migliorare la performance atletica .
Le finalità del massaggio sportivo sono numerose, alcune si basano su fondati presupposti scientifici, mentre altre derivano da osservazioni ed esperienze di chi le esegue.
I suoi numerosi benefici derivano da due particolari presupposti:
– azione diretta data dall’aumento del flusso ematico con conseguente ipertermia locale (anche se vari studi non hanno ancora confermato questa ipotesi, apparentemente piuttosto ovvia)
– azione indiretta data dalla contemporanea eccitazione di terminazioni nervose e conseguente stimolazione del sistema nervoso parasimpatico
Da questi due elementi derivano tutte le proprietà benefiche attribuite al massaggio sportivo, tra le quali rientrano:
• riduzione delle tensioni muscolari
• diminuzione dei livelli plasmatici di cortisolo e serotonina con conseguente riduzione dello stato d’ansia e miglioramento dell’umore; a tale diminuzione si associa un aumento delle endorfine circolanti con conseguente inibizione della sensazione dolorifica
• riduzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa
• stimolazione della microcircolazione locale
• effetto drenante abbinato ad accelerata rimozione dell’acido lattico e delle scorie metaboliche prodotte durante l’attività sportiva
• decongestionamento e rilassamento dei i tessuti, abbinato ad accelerata guarigione dalle contratture muscolari
• prevenzione degli infortuni
• preparazione muscolare all’attività fisica.

Il massaggio sportivo trova dunque applicazione non solo dopo una gara, ma anche tra una competizione e l’altra o prima della gara stessa.
Gli effetti positivi del massaggio sportivo vengono potenziati dal simultaneo impiego di prodotti a base di oli essenziali. In commercio si possono trovare numerosi tipi di cosmetici dalle differenti proprietà (riscaldanti, rigeneranti, rassodanti, defaticanti ecc.). In genere si consiglia di massaggiare la zona da trattare dal basso verso l’alto fino al completo assorbimento del prodotto.
Tutti possono usufruire dei benefici di questo tipo particolare di massaggio, indipendentemente dall’età, dal tipo di sport praticato e dal proprio livello prestativo.

MASSAGGIO DEL BORNEO

Ha origine come si evince dal nome dal Borneo in Malesia, questo massaggio è eseguito con manualità profonda usando polpastrelli,palmi delle mani ed avambracci, completato poi da manovre di stretching passivo prese in prestito dal Massaggio Tradizionale Thailandese.

Referenti Massoterapia

Marina Omes

patmari@iol.it

Profilo

Arturo Marchetti

arturomarchetti.am@gmail.com

Profilo
Condividi
Hide Buttons